Se ti occupi di (digital) marketing, gran parte del tuo lavoro è dedicata alla ricerca e sperimentazione di strategie e tattiche capaci di generare nuovi contatti e, di conseguenza, vendite.

Quando si tratta di fare lead generation online, nella maggior parte dei casi la raccolta delle informazioni avviene in un sito web: si promuove un’offerta specifica, come un eBook o un codice sconto, che l’utente interessato potrà ottenere solamente compilando un form.

Fonte: Giphy

Questa strategia, vecchia quanto internet ma sempre efficace, è utile anche per portare traffico al tuo sito, ma ha una criticità da non sottovalutare: obbliga l’utente a lasciare il luogo in cui si trova (Facebook, Instagram, un altro sito, ecc) per richiedere l’offerta che proponi.

Non tutti saranno felici di interrompere quello che stanno facendo per iniziare a navigare un sito che non conoscono (e che magari è lento e poco usabile). Per la serie “sai quello che lasci ma non quello che trovi”.

E se ci fosse un modo per mostrare l’offerta ad un pubblico e raccogliere i dati degli utenti senza obbligarli a lasciare la piattaforma che stanno navigando?

Questo modo esiste, si chiama inserzioni per l’acquisizione contatti di Facebook (o Facebook Lead Ads).

Se non ne hai mai sentito parlare, o stai solo aspettando l’occasione giusta per realizzare la tua prima campagna, questo è l’articolo giusto: vedremo le basi delle Facebook Lead Ads, cosa sono, perchè possono essere utili al tuo business e come iniziare ad utilizzarle nella tua strategia di marketing.

Cosa sono le inserzioni per acquisizione contatti (Lead Ads)?

Un Facebook Lead Ad è una tipologia di campagna che puoi realizzare tramite la piattaforma pubblicitaria di Facebook. Invece di inviare gli utenti che cliccano su un tuo annuncio in una landing page esterna a Facebook (come il tuo sito) dove dovranno compilare un modulo per ottenere la tua offerta, con le Facebook Lead Ads potranno farlo senza dover lasciare l’app di Facebook.

Questo significa che potrai fare lead generation direttamente tramite la piattaforma di Facebook, evitando di obbligare gli utenti ad intraprendere un viaggio lungo e pieno di frizioni all’interno del tuo sito.

Le inserzioni per acquisizione contatti sono state progettate proprio per avere l’utente al centro: quando si effettua un clic su un lead ad, Facebook crea un form che viene automaticamente riempito con le informazioni dell’utente, quelle stesse informazioni che l’utente stesso ha già fornito a Facebook quando si è registrato alla piattaforma (nome, cognome, email, città, ecc).

inserzioni acquisizione contatti Facebook

Fonte: Facebook

La funzione di autocompletamento è fenomenale soprattutto per gli utenti che navigano da mobile, che non dovranno più usare la scomoda tastiera dello smartphone per compilare i campi del form.

Ti sei convinto delle potenzialità di questo tipologia di campagna? Vediamo come creare la tua prima inserzione per acquisizione contatti.

Come creare una campagna Facebook Lead Ads

Prima di avventurarti nella creazione della tua prima campagna di inserzioni per l’acquisizione contatti, ti consiglio di avere pronti all’uso questi elementi:

  • una chiara idea del target di utenti che vuoi raggiungere con i tuoi annunci. Se stai iniziando il processo di creazione di una campagna senza avere già definito qual è il tuo pubblico, hai un grande problema. Fermati e ricomincia da capo.
  • Una creatività pronta da utilizzare per la campagna (foto o video)
  • l’URL della pagina del tuo sito che contiene la privacy policy (tra poco vedremo perchè)

1) Selezione dell’obiettivo campagna “generazione di contatti”

Come primo passo, apri il tuo gestore inserzioni (o Power Editor) e come obbiettivo della campagna scegli “generazione di contatti”.

É l’unico obiettivo campagna che ti permette di inserire un modulo di Facebook come destinazione del clic, quindi non hai molte alternative 🙂

Questo significa, comunque, che la tua campagna sarà mostrata agli utenti nel tuo target di pubblico che sono generalmente più propensi a compilare i moduli. Mica male!

Facebook Lead Ads 1

2) Accetta le condizioni di utilizzo

Lo step successivo è a livello di gruppo di inserzioni. Una volta selezionata la pagina che promuoverà l’annuncio, se è la prima volta che crei una campagna Facebook Leads Ads ti sarà chiesto di accettare le condizioni di utilizzo di questo tipo di inserzione.

É la “solita” formalità da adempiere quando si utilizza un servizio che contempla l’utilizzo di dati sensibili. Facebook vuole, giustamente, essere sicuro che tu sappia gestire nella maniera corretta i lead che raccoglierai.

Facebook Lead Ads 2

3) Definisci le impostazioni del gruppo di inserzioni

A livello di gruppo di inserzioni non cambia molto rispetto alle altre tipologie di campagna, quindi puoi procedere come al solito.

Scegli target, posizionamenti, budget e programmazione in base alla tua strategia pubblicitaria (hai scelto il target giusto, vero?).

L’unica differenza che vedrai è, come detto prima, che la campagna sarà ottimizzata da Facebook per farti ottenere il maggior numero di contatti al costo minore possibile.

Facebook Lead Ads 3

4) Inserisci la tua creatività e il copy

Impostato il gruppo di inserzioni, si passa alla creazione dell’annuncio vero e proprio.

Il primo step, anche in questo caso, non è diverso dalle altre inserzioni: inserisci la creatività (carosello, immagine singola, video singolo o slideshow), testo, titolo e call to action.

A questo punto, è il momento di creare il tuo modulo per la raccolta di contatti.

5) Creazione del modulo per le Lead Ads: Tipo di Modulo

Sempre a livello di inserzione, puoi creare il tuo modulo (se non ne hai già uno creato in precedenza).

La prima opzione che ti viene proposta è la scelta del tipo di modulo: volume maggiore o interazione più elevata.

La decisione da prendere è tanto semplice quanto importante per l’esito della campagna: vuoi ottenere la maggior quantità di contatti possibile anche se di minor qualità (volume maggiore) o preferisci avere meno lead ma più propensi a diventare tuoi clienti in futuro (interazione più elevata)?.

A te la scelta!

Facebook Lead Ads 5

6) Costruzione del modulo Lead Ads

Adesso è il momento di costruire il modulo che gli utenti autocompileranno.

Come vedi, il procedimento è molto intuitivo: inserisci un’immagine (o usa automaticamente quella dell’annuncio), scegli un layout per il testo tra modalità paragrafo o elenco puntato e il gioco è fatto! O quasi.

Facebook Lead Ads 6

Facebook Lead Ads 7

7) Entra in scena la tua privacy policy

La tutela dei dati personali dei tuoi lead è importante, sia per soddisfare gli obblighi legislativi in materia che per far sentire al sicuro il tuo potenziali cliente.

Per questo motivo, è obbligatorio inserire l’URL della tua privacy policy all’interno del modulo, in modo tale che possa essere a disposizione degli utenti.

Inoltre, per soddisfare la normativa italiana, puoi inserire anche una casella per il consenso esplicito dell’utente, che confermerà quindi di autorizzare il trattamento dei suoi dati personali.

Facebook Lead Ads 9

8) La Schermata di ringraziamento

L’ultimo step per la creazione del modulo è la configurazione della schermata di ringraziamento che vedranno gli utenti che hanno compilato il modulo.

É l’occasione per spiegare agli utenti quali saranno i prossimi step (riceveranno qualcosa via email, una tua telefonata, ecc) ed invitarli ad approfondire la tua offerta anche sul tuo sito.

Facebook Lead Ads 10

9) Scaricare i lead generati

La tua campagna Facebook Lead Ads è attiva da un po’ e stai comincia ad ottenere contatti, ottimo lavoro!

Ma dove vanno a finire questi lead? Come scarico la lista?

Puoi scaricare la lista dei tuoi contatti in CSV o XLS in due modi:

  • all’interno del tuo account pubblicitario, cliccando sul tuo annuncio a livello di inserzione
  • all’interno della tua pagina Facebook, andando su strumenti di pubblicazione -> libreria dei moduli -> download

Facebook Lead Ads 11

Sì, lo so: dover scaricare manualmente i dati ogni volta è una gran rottura: ti fa perdere un sacco di tempo, non è in tempo reale e non puoi prevedere nessuna automazione che invii all’utente un email a seguito della compilazione del modulo.

Per fortuna c’è una soluzione 🙂

Puoi connettere il modulo di Facebook al tuo CRM o al servizio che usi per le newsletter (Mailchimp, AcriveCampaign, ecc) e importare automaticamente ed in tempo reale nelle tue liste i lead che provengono dalle Lead Ads.

Facebook Lead Ads 12

C’è un grandissimo “però” che devi sapere: le connessioni di alcuni dei principali servizi CRM sono possibili solo tramite Zapier, un servizio pazzesco che ti consiglio perchè serve proprio a connettere tool diversi, proprio come Facebook Lead e il Mailchimp di turno.

Senza Zapier, è probabile che tu debba continuare a gestire manualmente il download dei contatti!

Inserzioni per acquisizione contatti: perchè non provarle?

Se sei arrivato a leggere fino alla fine, ne sono sicuro: a breve proverai a lanciare la tua prima campagna Facebook Lead Ads!

Questo tipo di campagna è ancora poco utilizzato dai piccoli inserizionisti, ma solamente perchè ancora non lo conoscono (ancora) bene!

Come hai visto, le Lead Ads sono sicuramente un format molto interessante che vale la pena essere testato da qualsiasi azienda faccia campagne di lead generation.

Il successo, come sempre, non è assicurato: quello che conta è quanto fatturerai grazie ai lead che raccogli, non il numero di lead fine a se stesso.

PS: hai già conosciuto Growers Bot?

Se hai già letto l’articolo sul facebook messenger marketing, probabilmente hai già avuto il piacere di fare la conoscenza con Growers Bot 🙂

É il nostro primo bot aziendale, realizzato con ChatFuel, e ti permetterà di ricevere direttamente su Facebook Messenger tutti i nuovi articoli su Facebook Ads e Google Adwords del nostro blog.

Se vuoi fare questo test insieme a noi, puoi unirti al Growers Bot a questo link 😉

About The Author

Alberto Borzì

Alberto Borzì è partner e Advertising Manager di Growers. Dal 2014 si occupa di progettare e gestire campagne pubblicitarie online su Facebook Ads e Google Adwords, per promuovere sia le aziende clienti che progetti personali.Nel 2014 e nel 2017 è stato consulente di marketing digitale per Eccellenze in Digitale, un progetto nazionale di Google e Unioncamere.